Passa ai contenuti principali

Storie di immigrati e diritti

Sul fronte opposto della barricata rispetto a questi ultimi, confusi nel medesimo popolo, c’erano quelli che avevano fatto dell’orgoglio di un’emancipazione di genere una vera e propria bandiera, reale e metaforica.
Ciò malgrado, un battito di ciglia più tardi, li avresti potuti ascoltare in sentiti monologhi al limite del padano contro gli invasori del suolo italico, rei della peggiore congenita colpa: essere nati laggiù e pretendere di vivere qua, invece di morire nel mezzo.
Leggi pure come sono per l’amore libero di giorno e per l’immigrato prigioniero di notte.
O viceversa, a seconda di come mi svegli al mattino.

Leggi il resto

Commenti