Storie di immigrati e muri

Io faccio muri, muri che durano, muri spostabili, insomma, condivisibili, riusabili ma preferibilmente citabili.
Della serie… e dillo chi è l’autore del muro di cui ti sei appropriato, cappero.
Abbiamo detto che sono avanti e la prima novità è proprio il classico mattone.
In luogo dell’ormai arcinoto blocchetto di pietra e calce, amiche e amici al di là del banco, eccovi il tassello del domani.
Parole.
S’era capito, dai.
Un muro di parole è quello che vi serve, frange tremebonde ungheresi e di ogni trincea del pianeta.
Un rassicurante e solido steccato intessuto di frasi ad hoc ma pure aggettivi squalificativi, figure retoriche ma anche barbine, similitudini ardite e perfino indigeste insalate di allusioni, delle quali mi scuso.


Leggi il resto

Commenti

Alessandro GhebreigziabiherStorie di immigrati di Alessandro Ghebreigziabiher, scrittore, attore e regista teatrale.

Temi: storie di immigrati africani, storie di immigrati in Italia, storie di immigrati clandestini, storie vere di immigrati, storie di migranti per bambini, storie di extracomunitari, immigrazione minorile, storie di migranti per bambini, storie di migranti stranieri in Italia