Passa ai contenuti principali

Storie di immigrati e democrazia

Con le varie declinazioni barra sinonimi a vario titolo, come migranti, stranieri, clandestini, ma pure stupratori, ladri, assassini, e laddove occorra, anche terroristi.
Dicevo, prima o poi però, giunge il momento della scheda elettorale, nei paesi democratici a vario titolo.
Ebbene, per prepararsi a tale fondamentale evento nel paese migrantemente democratico, sulla pelle degli immigrati si basa del tutto, senza quasi, la discussione politica.
Ovvero, si decide il governo di 60,5 milioni di persone litigando intorno all’8% della popolazione, peraltro privato di ogni diritto.
Immaginate due fronti, da destra a… be’, diciamo da destra al resto, ecco.

Leggi il resto

Commenti