Passa ai contenuti principali

Storie di immigrati e profughi

Uno, dieci, cento uomini che circondano una donna sola, indifesa sulla via, lontana dalla luce e tutti insieme la salvano.
Da tutto quel che potrebbero farle di brutto.
Muri che si mettono in testa di costruire persone forti e persone semplicemente sagge che si mettono in testa di abbattere muri.
Che forti non lo sarebbero stati mai.
Uomini soldato che diventano bambini e bambini che giustamente diventano liberi.
Dall’essere entrambi, uomini e soldati.
Gente che ama l’amore altrui e odia il proprio odio.
Per l’amore altrui.
Pioggia, incessante pioggia di lacrime inutili che si levano in cielo.
Per creare nuvole grigio nere di ogni forma, anche la più minacciosa, ma destinate a dissolversi grazie al vento.

Leggi il resto

Commenti