Passa ai contenuti principali

Lega nuovo nome: alcune proposte

In seguito alla quanto mai attesa sentenza del Tribunale del Riesame di Genova, con la quale quest’ultimo ha accolto la richiesta della procura di avviare il sequestro dei 49 milioni di euro che la Lega – quando ancora si chiamava Lega Nord – avrebbe guadagnato in modo fraudolento negli anni tra il 2008 e il 2010, dalle parti del carroccio si discute sulla necessità di cambiare nome al partito.
Necessità, già.
Per far di quest’ultima profitto ai danni dei babbei, prima ancora che virtù, come la banale eliminazione della parola nord per carpire voti al sud, insultato e umiliato sino al giorno prima.
Ecco alcune proposte, riassunte in un elenco o esercizio di stile, magari con un pizzico in più di coerenza:

All’insegna dell’inseparabile patriottismo: S.L.M.I. (Siamo Ladri Ma Italiani)

E di una pervicace quanto distraente ossessione: T.C.D.I. (Tutta Colpa Degli Immigrati)

Insistendo ulteriormente sul solito bersaglio: R.M.O.S. (Rubiamo Ma Odiamo gli Stranieri)

Passando per il triviale qualunquismo: P.R.D.P. (Prima Rubavano Di Più)

Per l’inevitabile populismo: R.T.S.P. (Rubate Tutti e Siamo Pari)

Nonché il sempre verde slogan: E.I.P.D. (E il PD?)

Fino a insistere nel sottovalutare l’intelligenza dei propri elettori: A.R.P.V. (Abbiamo Rubato Per Voi)

Ovviamente i nomi prescelti saranno ben altri, di sicuro intorno a quello dell’attuale leader e tutto sarà perdonato.
Perché è ormai risaputo.
Nel nostro paese si fa presto a dimenticare i nostri veri nemici, quasi quanto ci si fa convincere su quali siano quelli inventati




Leggi anche Storie e Notizie

Commenti